TENIASI

TENIASI
(Taenia solium)

La Teniasi è una parassitosi intestinale causata dalle infestazioni da Tenia o Taenia solium, un parassita cestode.

Le Tenie che infestano l’uomo sono di tre specie: la Taenia solium, che ha come ospite il maiale ed è lunga 3-5 metri, la Taenia saginata dei bovini, lunga fino a dieci metri e la Diphyllobothrium latum, che ha come ospiti alcuni pesci, e può superare i 10 metri.

Tenia simplex

Tenia o Taenia Solium

La Teniasi si produce ingerendo i cisticerchi, le larve di tenia, che si trovano nella carne cruda o poco cotta. Dopo due o tre settimane, necessarie alla riproduzione delle larve, queste formano lo scolice, una testa con uncini, che servono ad aderire alle pareti dell’intestino.

Dallo scolice si produce la proglottide, che si allunga fino a più di un metro. Le proglottidi si auto-fecondano e prolificano.
L’uomo infestato elimina con le feci milioni di uova, sia allo stato "libero" che racchiuse nelle proglottidi. Queste sopravvivono nel terreno per diversi mesi e possono infestare un nuovo ospite intermedio.

L’infestazione da Tenia causa sintomi come nausea, diarrea, dolore addominale, bulimia, dimagramento, astenia, ma può anche essere asintomatica. In casi rari la Teniasi può dare occlusione intestinale e anemia megaloblastica.

La diagnosi della Teniasi si fa con l’esame microscopico delle feci, ricercando uova. La tenia, infatti, può essere vista durante la colonscopia.

Tenia vista alla Colonscopia

Tenia vista alla Colonscopia

La terapia medica della Teniasi è, generalmente, sufficiente per eradicare l’infezione. In casi particolari, ribelli alla cura, serve l’intervento chirurgico per salvaguardare la funzionalità dell’organo colpito, come fegato, occhio o polmone.
La terapia farmacologica agisce staccando la testa della Tenia dalla parete intestinale, la quale così viene espulsa, associando prodotti lassativi.

Gli antiparassitari più utilizzati per la teniasi sono: il Praziquantel che agisce aumentando la permeabilità di membrana del parassita e provocandone la paralisi. Ma questo prodotto non si trova in Italia. La Paromomicina, attivo contro la tenia e contro le amebe. L’Albendazolo indicato per l'Echinococcus granulosus, che è una piccola tenia. La Niclosamide , molto attivo contro i cestodi, ma non sulle larve. Il farmaco inibisce la fosforilazione ossidativa o stimola l'attività dell'ATPasi. La Niclosamida va associata ad un altro antielmintico e ad un lassativo.



Terminologia Relazionata a: Link Relazionati all'argomento: